Se non ricordiamo non possiamo comprendere.
Edward Morgan Forster

Un popolo che ignora il proprio passato non saprà mai nulla del proprio presente.
Indro Montanelli

L’Associazione culturale “Castel di Badia” nasce nel 2008 ad Abbadia San Salvatore per volontà di alcuni appassionati e studiosi di storia e mestieri medioevali.

L’approccio dilettantistico iniziale prende vita all’interno di una delle manifestazioni cardine di Abbadia San Salvatore: “la Festa Medievale”, un evento culturale che ha come obiettivo la rievocazione storica del periodo medievale in ogni luogo del centro storio paesano, cosi da permettere a turisti e residenti di rivivere usi e costumi dell’epoca.

Fulcro dell’intera manifestazione sono proprio i “mestieri medioevali”; mestieri diffusi all’epoca che rappresentavano l’identità socio-lavorativa del periodo.

Proprio su questo tema, l’associazione “Castel di Badia”, ha deciso di fondare la sua attività ed il suo impegno ricostruendo fedelmente i mezzi, le modalità e la scienza di questi mestieri, per permettere a chiunque di riscoprire un passaggio fondante della nostra storia.

Le ricerche e la formazione sono state profonde nel comprendere a fondo come questo mondo, dell’alto artigianato, portasse dentro di se complessità e delicatezze.

Un figura importante per la ricerca e la ricostruzione dell’attinenza storica è stata il professor Luigi Macella, importante Mastro Cartaio della città di Fabriano.

La prima ricostruzione da parte dell’associazione “Castel di Badia” è stata una cartiera (definizione di cartiera con foto)) del 1300. Questa “cartiera” realizzata attraverso, …….., permette una ricostruzione fedele della perfetta realizzazione e lavorazione della carta.
La seconda ricostruzione è stata dedicata alla storia della cera. La realizzazione di una cereria (descrizione della cereria con foto) permette una ricostruzione fedele della lavorazione della cera, partendo proprio dalla materia prima essenziale: la cera d’api.
L’associazione fonda la sua mission nel divulgare la conoscenza dei mestieri appartenenti al periodo medioevale, attraverso una formazione di tipo laboratoriale, dove l’esperienza prevale sulla trasmissione orale dei contenuti.

La possibilità di far vivere a bambini, giovani ed adulti, l’esatto lavoro che un tempo conduceva alla realizzazione di materie di primaria utilità, porta alla luce una storia a volte accantonata perché solamente trascritta su testi accademici o di interesse.

Il desiderio di poter trasformare questa narrazione storica in una vera e propria esperienza, induce il desiderio di far apprendere all’utente non solo una competenza acquisita, ma anche un ricordo sensoriale.

Obiettivo dell’associazione è costruire una vera e propria “strada dei mestieri” ad Abbadia San Salvatore.
La strada reale e metaforica dove far rivivere difficoltà, armonie e complicazioni del passato.
La strada dove i mestieri dei nostri predecessori prendevano vita e convivevano con la realtà sociale del periodo.
Una strada dove le persone possano toccare con mano il periodo ….. qui serve una chiusura semi scentifica…